Lauro De Bosis

Da Wikipedia
Vanni a: Navegaçión, çerca
Lauro De Bosis (1930)

Lauro Adolfo De Bosis (Romma, dixembre 1901 - Mä Tirreno, 3 ottobre 1931) o l' è stæto un scrittô, poeta e intellettuale antifascista.

A vitta[Càngia | modifica wikitesto]

Lauro De Bosis o l'è stæto un eroe da libertæ. Nasciüo a Romma in to 1901, o l' ea de famiggia anconetanna che, trasferia in ta capitale pe affari, a conservava in te a çittæ de origine unna antiga tôre de guardia in sce a riva do mâ, ao de sotta de ligge do Monte Conero: a tôre de Portonovo. Questa tôre a l' ea un ritrövo pe amanti da poexia (gh' ea stæto ospite anche Gabriele d'Annunzio), e anche Lauro o ghe annava pe çercä ispirasion. O poæ de Lauro, Adolfo, o l' ea stæto o fondatô da rivista "Il Convito", in ta quae aveiva pubblicou anche Pascoli e Carducci. A moæ, Lilian Vernon, a l' ea de origine statunitense e amante anche lë da letteatüa e da poexia in particolare. Lauro De Bosis o s'ea laureou in chimica; in to 1924 o s'ea recou in ti Stati Unii per tegnï un ciclo de conferense in sce a situasion politica, storica e letteraia italianna. O l' ea oppoxitô do regime finna da a marcia in sce Romma. In to 1926 o l' aveiva insegnou italian ä Harvard University, dove existe ancon unna borsa de stüdio e un ciclo annuale de lesioin dedicæ a lë. In to 1927 o scriveiva Icaro, a sö ünica opera poetica, pubblicä e premiä ad Amsterdam l' anno doppo. O titolo de quest'opera o l' è scingolarmente profetico in sce o gesto che o l' avieiva conclüso a sö vitta e fæto de lë un eroe. In to 1928 o fondava una associasion antifascista e patriottica ciammä Alleanza Nazionale, circostanza reisa singolare da o fæto che decenni dopo un partio politico nasciüo dae çennie do movimento neofascista o l' agge assunto proprio unn' identica denominasion. Tale associasion a l' aveiva o scopo de sensibilizzä l'opinion pübblica italianna in sce o valô da libertæ, e anche quello de fä scì che a monarchia e o Vatican se mettessen contra o fascismo. L'analisi de De Bosis a l' ea cea: o se rendeiva conto de fä parte de unna streita minoransa, e che a maggioranza do popolo italian a no l' ea pronta pe ribellase contra a dittatüa (o l' ea o periodo coscidito do consenso) e a l' andava ansitütto rieducä ao valore da libertæ. L'associasion, naturalmente, dæte e lezzi vigenti alloa, a doveiva esse segretta, e a poeiva diffondise solo con unna rete de passaparolla, da personna a personna, sempre con o rischio de esse scoverta. Intanto che Lauro De Bosis o l' ea in viaggio in ti Stati Unii pe un gîo de conferense in te e ciü importanti universitæ, a sö associasion a vegniva scoverta e i aderenti arrestæ e sottoposti ä prexion pe delitti de opinion. Anche l' ansianna moæ de Lauro a l' ea imprexionä. Lauro inisialmente o l' aveiva pensou de fase arrestä lë ascì, squexi sentindose in corpa pe a sö condision de libertæ. Poi, invece o se trasferiva in Fransa, dove lentamente e inesorabilmente o metteiva in opera un piano. Piggiou o brevetto de pilota, con pochiscima esperienza de xöo o se rendeiva protagonista de unna impreisa rilevante quande, o 3 ottobre 1931, o lasciava a Fransa con un aereo da türismo (un Klemm Pegasus). Pe no dä in te l' öggio o s' ea fæto passä pe ingleise sotta o finto nomme de Mister Morris, finzendo de dovei fä un xöo pubbliçitaio in Spagna. Ao tramonto de quello 3 ottobre o riesciva a arrivä in sce o çë de Romma, operando un lancio de volantin ostili ä dittatüa. Ean dui i testi diffüsi in sce e ciasse de Romma e sovia o Quirinale, alloa dimora reale: un o l' ea rivolto ao re, ao quae se domandava de esse degno di sö antenati partecipi do Risorgimento, pe no rischiä de alienä e simpatie do popolo italian pe i Savoia; l'atro o l' ea invece diretto ai çittadin, ai quae o ricordava i valori risorgimentali e o primato da libertæ. Vegniva coscì emulou l'impreisa che in to 1918 a l' aveiva portou Gabriele D'Annunzio ä ribalta de cronache dopo o xöo in sce Vienna. O regime fascista o vegniva beffou proprio in te o campo dell' aeronautica, da sempre ao centro de a sö propaganda ( ricordemmo che o 1931 o l' è l' anno da primma de famose trasvolate trans oçeaniche de Italo Balbo ). L' azion de De Bosis a l' è stæta particolarmente ardia in quanto che a caccia de a Regia Aeronautica a se trovava in allerta dopo l' analogo xöo de Giovanni Bassanesi in sce Milan, e doppo che e spie dell' OVRA, poco primma do tentativo in sce Zena, aveivan fæto arrestä Giordano Viezzoli. Tale storica impreisa a costava però a De Bosis a vitta: doppo avei lanciou circa 400mila volantin in sce o centro de Romma, lasciou o çe da capitale dirizendose verso a Corsega o sö aereo,

restou sensa carburante pe o consummo superiore ao previsto (probabilmente pe a deriva dovüa ao vento de lebeccio), o preçipitava in to Mâ Tirreno.

A pröva da consapevolessa do sö sacrifiçio a consciste in te o volumetto, pubblicou doppo a fin da Segonda Guera Mondiale, intitolou "Storia della mia morte".

Particolare cuiozo, zà un di fræ de Lauro, Valente De Bosis, pilota militare, o l' ea scomparso cazzendo in mâ con o sö apparecchio, in to 1919.

In ricordo de Lauro[Càngia | modifica wikitesto]

A De Bosis son intitolæ unna ciassa a Romma (vixin ä sede do Comitato Olimpico), unna a Ancona, in te o quartë Adriatico,

intitolä finna ao 1945 a Francesco Crispi, unna stradda in to centro de a çittæ de Viareggio e un büsto marmoreo in sce o

colle do Gianicolo a Romma, vixin ao faro, insemme ai tanti büsti lì dedicæ ai eroi garibaldin, ma da quelli separou da unna

zona verde, squexi a indicä che lë, pe quello che riguarda a disponibilitæ ao sacrifiçio, o l' è stæto un continuatô

dell'eroiximo risorgimentale, da o quale ô dividde solo o contesto storico.