Onfale

Da Wikipedia
Vanni a: Navegaçión, çerca

Onfale, Omfale in greco a l' è un personaggio da mitologia greca. Reginna da Lidia, a l' ea figgia do sciümme Iardane ( o Iardano ). Segundo a lezzenda Onfale a l' aveiva fæto scciavo Eracle ( l 'Ercole di Romani ), indossando a pelle de leon dell' eroe e döviando o sö bacco. A Eracle restava da fiä a lanna e fä atri travaggi femminili. A scciavitü de Eracle a saieiva düä trei anni, in ti quali Onfale a generava con læ quattro figgi: Illo, Agelao, Lamo e Tirseno ( quest' ürtimo segundo quarchedün o se saieva ciammou Tirreno ). O personaggio de Onfale o l' ha ispirou parecchi artisti: zà in epoca clascica, greca e romana, se conosce de sö statue, de quali unna bella a l' è de marmo, de epoca imperiale, e a se conserva in ti magazzin di Musei Vatichen. Successivamente ricordemmo i dipinti de Rubens, de Tischbein, de Andrea Casali, de François Lemoine, de Giovan Francesco Romanelli. Fra i poeti che han trattou o mito de Onfale ricordemmo Stazio e, successivamente Poliziano e Torquato Tasso in ta sö celeberrima Gerusalemme Liberä.