Locomotiva

Da Wikipedia
Vanni a: Navegaçión, çerca

A Locomotiva a l'è un veicolo ferroviaio dotou de motore, adatto a trainä i convogli. I tipi ciü comun son quelli con motore elettrico (ciammæ frequentemente locomotori), diesel, diesel-elettrico; in passou l'è stæto molto diffüso a trasion a vapore. In te questô caxô a trasmisciôn dô movimento a l'avvegne solitamente da ô stantüffô ä röa attraverso testacrôxe e biella. Atri tipi de apparato motore son stæti prövæ, comme a türbinna (unna compagnia che a l'ha adottou questo scistema a l'è stæta a Union Pacific in ti Stati Unïi d'America); sensa troppo successo s'è sperimentou, zà da o secolo XIX, comme propellente, l'aia compressa. Segundo o tipo de servisio che devan svolge, se distingue e locomotive da manövra, destinæ a percorsci cürti a veloçitæ bassa, da quelle che effettuan o traino di treni in sce e lunghe distanse. Un tipo particolare de locomotiva o l'è quello a cremagliera, che o se dövia in sce linee a forte pendensa e o l'è fornio de unna reua dentä che a l'ingranna in sce a cremagliera mexima.

Locomotiva Diesel in te o porto de Pra, a ponente de Zena

E primme locomotive italianne[Càngia | modifica wikitesto]

L'è ben noto che a primma ferrovia a inträ in servisio in Italia a l'è stæta a Napoli-Portici, inaugurä o 3 ottobre 1839. In sce questa linea faxeiva servisio due locomotive ingleixi, che portavan e denominasioin de Vesuvio e Bayard. Successivamente s'è svilüppou anche un'indüstria nasionale italianna; fra e case costruttrici l'è stæto pioniera l'Ansaldo de San Pê d'Ænna. O giorno 2 mazzo 1846 o Regno de Sardegna o conçedeiva a Philip Taylor e Federico Prandi un mutuo pe realizzä a San Pê d'Ænna un stabilimento meccanico ch'o poesse in to gio de dui anni costruî e riparä locomotive. In te un testo pubblicou in to 1851 o meximo Taylor o dichiara de avei costruio in to 1848 un prototipo de motrice. In seguito a o dissesto finansiaio da Taylor e Prandi, a ditta a finiva pe esse cedüa a un gruppo i cui esponenti ciü famosi ean Carlo Bombrini, Raffaele Rubattino e Giovanni Ansaldo (comme accomandataio). Ä fin de o 1855 a nöa Societæ a consegnava e primme due locomotive, unna de quæ a se ciammava Sampierdarena. A ferrovia fra Zena e Torin a l'ea inträ in servisio zà da o dexembre de o 1853, utilizzando da Busalla a Torin de locomotive a trei asci Cockerill (Nümeræ SFAI - oscia Società Ferrovie Alta Italia 369-372), Hanswell (SFAI 801-804) e Stephenson (SFAI 701-702). In sce o træto de linea Pontedeximo-Busalla, con pendensa de o 35 pe mille, queste macchine lasciavan o posto a de atre locomotive, i famosi Mastodonti di Zovi (immatricolæ con i nümeri SFAI 1051-1070). Se trattava de macchine a 4 asci, destinæ a operä accobbiæ da a parte do forno, in moddo da poei fä servisio con un foghista ünico. Ean costruìe da a Cockerill (unna ditta belga).

Locomotori elettrici[Càngia | modifica wikitesto]

I locomotori elettrici son alimentæ dall'esterno attraverso unna linea aerea de contatto. In ræi caxi (soviatütto pe o passou, o ancon oua in ambito indüstriale) l'è stæto döviou l'alimentasion interna mediante batterie: ha funsiônou coscì, in Italia, a linea Monza-Trezzo-Bergamo e, in parte, a Pisa-Pontedera (ma queste linee ean clascificæ comme tranvie); o l'è o scistema scelto anche pe o ripristino de a ferrovia de Cogne in Valle d'Aosta, a cui avertüa a se sta però rivelando problematica. L'alimentasion con linea de contatto a pö esse a corrente continua o alternä; in Italia e linee FS dövian corrente continua a 3000 Volt; in passou çerte linee ean alimentæ con corrente alternä trifase a 3600 Volt e 16 Hertz. In Liguria a trifase a l'ha servio a linea di Zovi da Pontedeximo a Busalla. De solito i locomotori elettrici han 4 o 6 asci motori. Quande o motore de trasion o l'è montou in sce unna carrossa passeggê se parla de elettromotrice; un complesso de elettromotrici o se definisce elettrotreno