Qoèlet

Da Wikipedia
Jump to navigation Jump to search

O libbro de Qoèlet o l' è un testo dell' Antigo Testamento da Bibbia. Se tratta de un libbro sapiensale, comme quello de Giobbe e o Siracide. Scrito originaiamente in ebraico, se ritegne che o vagghe datou ao III secolo avanti Cristo. O nomme o ne vegne dall' ebraico qahal che o designava chi parlava in te assemblee; in latin o l' è stæto tradotto con ecclesiaste. L' autore o l' è ciammou all' inisio re de Gerusalemme e figgio de Davide: se tratta de unna finsion che a serve a attribuî o libbro a Salomon, pe azzunzighe prestigio.

Caratteristighe[modìfica | modìfica wikitèsto]

O Qoèlet o l' è diviso in dozze capitoli. Tema do libbro a l' è a vanitæ dell' existensa umana, insemme ao mistero dell' aldilà (a propoxito do quale no vegne dæto da questo testo e següesse presenti in te atri scriti biblici). L' esegesi a conscidera questo testo un' opera de tranzision, in ta quale e basi tradisionali do pensiero ebraico no forniscian ciü risposte adatte; squæxi unna preparaçion ao Növô Testamento. Sciübben che se segge çercou unna parentela con a filosofia clascica, stoica, cinica e epicurea, l' autore o resta comunque lontan dä mentalitæ di pensatôi greci. Quarche autore ha trövou parallelismi con temi dell' epopea de Gilgamesh o atri testi mesopotamici; ma no l' è mai stæto dimostrou unna derivaçion diretta. Çerte fraxi do Qoèlet son diventæ famose, comme Vanitas vanitatum et omnia vanitas o ancun Nihil sub sole novum.