Questa pàgina a l'é scrîta in léngoa zenéize

Rina Gaioni

Da Wikipedia
Sata a-a navegassion Sata a-a serchia
ZE
Questa pàgina a l'é scrîta in léngoa zenéize

Rina Gaioni (Milan, 1889 – Zena, 8 agosto 1984), a l' è stæta un'attrice teatrale. Rina Gaioni o l'ea un nomme d'arte; a l'anagrafe a l'ea Caterina Franchi; conosciüa anche con o nomme da maîä Rina Govi e con o pseudonimo de Gigia Gaioni; a l' ea dîta anche Sciâ Rina.

Rina Gaioni

Dæti personâli

Nàscita: Milan, 1889
Mòrte: Zena, 1984
Paize: Italia

Âtre informaçioìn

Profesción: attrice

Biografia[modìfica | modìfica wikitèsto]

Nasciüa a Milan, a s'ea trasferîa da zovena a Zena, dove in to 1911 a l'aveiva conosciüo, durante unna rappresentaçion Gilberto Govi. L'incontro o l'ea avvegnüô ao Teatro Nazionale, l'odierno Teatro da Tosse. O 26 settembre 1917 i dui se sposavan.

Poco doppo o matrimonio Rina Gaioni a l'intrava in to mondo do teatro exibindose con a compagnia dialettale de Govi, recitando in tütte e commedie con sö maio: I manezzi pe majâ na figgia, Pignasecca e Pignaverde, Colpi di timone, Quello buonanima, Gildo Peragallo, ingegnere, I Guastavino ed i Passalacqua e Sotto a chi tocca. A l'ha parteçipou anche ae registraçioin de commedie goviane che a RAI a l'ha effettuou ä fin di anni 50. Inoltre a l'ha interpretou o ruolo da vêgia in Schêuggio Campann-a de Canesi.

Doppo a morte do maio in to 1966 a s'ea retiä da-e scene e dä vitta pübblica in ta sö casa de ciassa da Vittoia. A l'è morta in to 1984, a 95 anni in ta clinica Montallegro, doppo che e sö condizioin de salüte se ean aggravæ a causa de complicaçioin de un intervento doppo a rottüa do femore. A riposa in ta tomba da famiglia Govi ao çimiteio de Stagien. Dui giorni doppo a sö morte a compagnia stabile do teatro dialettale zeneize a Milan Sotta a Lanterna a l'ha istituio in sö memoia o premio "Rina Govi".

In to 2007 l'è stæto intitolou in sö onore o teatro Rina e Gilberto Govi in via C. Reta, a Bôzaneo.

Televixion[modìfica | modìfica wikitèsto]

  • Tuttogovi, RAI 3 - Liguria, 1980 (7 puntate) intervistä da Vito Molinari in ricordo de Gilberto Govi